Un accordo bilaterale tra sedi universitarie ha, nel Marzo 2019, posto le premesse per l’invito ad una delegazione di docenti, dottorandi e studenti dell’ateneo di Reggio Calabria a partecipare, in qualità di progettisti, all’International Urban Design Workshop 2019 “Urban Façade: Istanbul Waterfront”, organizzato nella sede turca. Partecipano alla stessa esperienza le scuole italiane del progetto provenienti dall’Università di Parma, da Roma La Sapienza, dalla Federico II di Napoli, le scuole di restauro e disegno dell’Università di Firenze, i dipartimenti di architettura dell’Università di Rotterdam e, ovviamente la sede ospitante. Per una settimana circa ottanta, tra studiosi, studenti, dottorandi, docenti, senza distinzioni di titolo e ruolo, lavorano all’elaborazione di un’idea per una porzione del waterfront di Istanbul. La delegazione del dArTe, composta da tre docenti strutturati (Giuseppe Arcidiacono, Alberto De Capua, Antonello Russo), due PhD del dottorato di ricerca dipartimentale in Architettura e Territorio e sette studenti iscritti al terzo anno del corso di laurea magistrale in Architettura, propone, di concerto con un gruppo di studenti turchi, un’idea insediativa per il nucleo storico di Beyolu, distretto di Istanbul situato nella parte nord del cosiddetto Corno d’Oro, braccio di mare che separa l’area di Galata dal Centro Urbano. Il volume riporta le riflessioni teoriche e gli esiti grafici relativi al solo progetto proposto dall’equipe coordinata dai docenti reggini. Testimonianza di un agire italiano esso è ordinato da un meditato ascolto dei luoghi nel quale lettura, appropriazione, trascrizione sanciscono le azioni propedeutiche alla produzione di una differenza.


a cura di Antonello Russo
Reggio Calabria Istanbul
Un progetto per Galata
16,00€
15,20€
isbn 9788862424035
collana Ricerche in composizione urbana
numero 6
edizione corrente 1 / 2020
prima edizione 1 / 2020
lingua Italiano/Inglese
formato 24x28cm
pagine 68
stampa colore
rilegatura brossura
Aggiungi al carrello
Il curatore
Antonello Russo nato a Messina nel 1972, vive, lavora e studia tra la Sicilia e la Calabria. Laureato in Architettura con Laura Thermes, insegna composizione architettonica e urbana presso il dArTe, dipartimento Architettura e Territorio, dell’Università Mediterran...

Antonello Russo nato a Messina nel 1972, vive, lavora e studia tra la Sicilia e la Calabria. Laureato in Architettura con Laura Thermes, insegna composizione architettonica e urbana presso il dArTe, dipartimento Architettura e Territorio, dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria. Componente del collegio docenti dell’omonimo dottorato, svolge con continuità attività didattica e di ricerca presso la stessa università dal 2000. Tutor e coordinatore di laboratorio in seminari e workshop di progettazione, è autore di saggi e contributi editi su testi e riviste tra i quali si segnala la pubblicazione dei volumi: Dall’immagine all’etica. Riflessioni sull’abitare urbano (2012); Sequenze didattiche (2012); e la curatela, con altri, dei testi Laura Thermes. Progetti per l’Area Metropolitana dello Stretto (2014); Laura Thermes. Progetti per il Sud (2008); L’area metropolitana dello Stretto-Nuovi scenari (2008). Componente del comitato organizzatore del LId’A Laboratorio Internazionale d’Architettura per le edizioni 8/9/10, è co-curatore del quaderno LId’A10 Il progetto dell’esistente e la città meridionale. Chiaramonte Gulfi. Continuare un mondo (2017). Da presidente di Grafite, associazione culturale con sede a Messina, è promotore di una serie di eventi che hanno coinvolto esponenti emergenti della cultura architettonica nazionale tra i quali si segnala: l’organizzazione e la responsabilità scientifica della II e III edizione del Workshop di Architettura Il territorio oltre lo Stretto, svolti nel 2011 e nel 2013 a Messina; l’ideazione, l’organizzazione e la cura della mostra e del catalogo Città Autografica. Disegno e progetto per un dialogo tra generazioni (2012). La sua attività progettuale, svolta prevalentemente con lo studio Moduloquattro Architetti del quale è
co-fondatore, è raccolta nel volume Moduloquattro.Spazio Misura Struttura (2012, autore Maurizio Oddo). Oggetto di premi e segnalazioni, essa è stata esposta su invito presso l’Accademia Nazionale di San Luca di Roma, il Festival dell’Architettura di Parma, il Padiglione Italiano alla X Biennale di Venezia, l’Expo Universale di Shanghai. Nel febbraio 2014 (prima tornata 2012) ha conseguito l’Abilitazione Scientifica Nazionale come professore universitario di II fascia nel settore scientifico disciplinare ICAR14-08D1 Progettazione Architettonica.

Leggi ancora

della stessa collana