Coniugare i temi mise-en-abîme e Wunderkammer è assunta come sfida teorica e pratica. Da un lato la “messa in abisso” moltiplica una sequenza di eventi e individua come significativo un evento che riproduca su scala ridotta l’intera sequenza, dall’altro nei cabinet de curiosité si raccolgono risonanze e rispecchiamenti prodotti dalla magia artificialis nei quali ri-lucono i principi da cui traggono vita. Nelle Wunderkammern si ritrovano, “obbedienti a un ordine paradossale”, frammenti del passato e del presente, in una compresenza parlante di contemporaneità e non contemporaneità. Wunderkammern, architetture mnemotecniche e cosmogoniche possono essere considerate manifestazioni della volontà di costruire-immaginare luoghi sistematici della conoscenza. In definitiva, il sistema Wunderkammer è un dispositivo di lettura di un intero territorio capace, applicato su scala territoriale, di superare la limitata dimensione della Kammer aprendosi al palcoscenico del meraviglioso, considerato qui nell’arcipelago dell’Alto Vicentino nella cui stratigrafia complessa si disegnano intrecci di narrazioni multiple di storie dentro storie, meraviglie dentro meraviglie, in un sistema di rimandi dalla grande scala territoriale al sito puntuale e viceversa.

Gundula Rakowitz
Mise-en-abîme sistema wunderkammer
18,00€
17,10€
isbn 9788862424455
collana Saggi Iuav
numero 5
edizione corrente 7 / 2020
prima edizione 7 / 2020
lingua Italiano
formato 140x210cm
pagine 272
stampa colore
rilegatura brossura
copertina download
Aggiungi al carrello
l'autore
Gundula Rakowitz, architetto, dottore di ricerca, è professore associato in Composizione architettonica e urbana presso l’Università Iuav di Venezia e membro del collegio docenti del corso di dottorato Architettura, Città e Design della Scuola di dottorato...

Gundula Rakowitz, architetto, dottore di ricerca, è professore associato in Composizione architettonica e urbana presso l’Università Iuav di Venezia e membro del collegio docenti del corso di dottorato Architettura, Città e Design della Scuola di dottorato Iuav. Svolge attività di ricerca e didattica nel campo della progettazione architettonica e urbana con particolare attenzione al tema dell’immaginazione poetica nel rapporto tra architettura-città-paesaggio.
La sua ricerca teorica-pratica, documentata in mostre e convegni nazionali e internazionali, è attualmente rivolta al tema mimesis e inventio, al tema della Wunderkammer e del Lusthaus-Lustgarten come sistema di mise en abîme e al tema dello Zwischenraum nel suo carattere pluriscalare. Principali pubblicazioni: Gianugo Polesello. Dai Quaderni (Poligrafo 2015); Tradizione Traduzione Tradimento in Johann Bernhard Fischer von Erlach (Firenze University Press 2016); Entwurff einer historischen Architectur - Progetto di un Architettura istorica. Johann Bernhard Fischer von Erlach
(Firenze University Press 2016); Ricostruzione Inventario Progetto / Reconstruction Inventory Project (cura con C. Torricelli, Poligrafo 2018), Architetture per metropoli / Architectures for Metropolis. Ivan Leonidov - Gianugo Polesello (con
L. Lanini, Pisa University Press 2019). Vive e lavora tra Venezia, Vicenza e Vienna.

Leggi ancora

della stessa collana