Questo libro si occupa del concetto di “riferimento” in architettura, nel lavoro di Koolhaas, Ungers e Rossi. Soprattutto indaga quel processo per cui le informazioni legate alla memoria vengono fissate nella rappresentazione di una realtà possibile e alternativa. In altre parole, di quella che per tutti è la fase REM del sonno, tranne che per gli architetti. Per loro è il “mestiere”.

Paola Scala
fase REM
10,00€
9,50€
isbn 9788862425148
collana Alleli | Txt
numero 8
edizione corrente 1 / 2021
prima edizione 1 / 2021
formato 12x16,5cm
pagine 96
stampa monocromia
rilegatura brossura
copertina download
Aggiungi al carrello
l'autore
Paola Scala, architetto, Ph.D, professore associato di composizione architettonica e urbana del DiARC, Dipartimento di Architettura dell’Università Federico II. Si occupa di progetto architettonico e urbano con particolare attenzione alla modificazione degli strumenti, ...

Paola Scala, architetto, Ph.D, professore associato di composizione architettonica e urbana del DiARC, Dipartimento di Architettura dell’Università Federico II. Si occupa di progetto architettonico e urbano con particolare attenzione alla modificazione degli strumenti, dei modelli e delle tecniche compositive in epoca contemporanea. Responsabile scientifico della Convenzione del DiARC per gli studi a supporto del progetto definitivo di Palazzo Penne a Napoli, ha partecipato a numerose ricerche nazionali e internazionali nell’ambito delle quali ha sviluppato la propria attività progettuale. Autrice di numerosi saggi articoli su riviste nazionali e internazionali ha pubblicato i volumi Elogio della mediocritas (Cuen: 2008), Racconti indisciplinati (Officina: 2012), La bellezza per il Rospo (CLEAN:2017) con Carmine Piscopo e Roberta Amirante e Palazzo Penne a Napoli. Tra conoscenza, restauro e valorizzazione (Arte’m: 2018) con Massimiliano Campi, Antonella Di Luggo e Renata Picone. 

 

Leggi ancora

della stessa collana