Il tema della “costruzione resiliente” è oggetto di crescente attenzione da parte della cultura architettonica, impegnata da tempo a elaborare buone pratiche che soddisfino quell’istanza di sostenibilità che è nelle preoccupazioni di ampi settori della società civile, della cultura e, ormai, anche nell’agenda delle politiche economiche di molti stati. Questa sensibilità non manca di stimolare ricerche anche nei saperi più direttamente connessi alla tutela del patrimonio costruito e, tra questi, la storiografia architettonica. Il libro raccoglie le relazioni al seminario Houses for the earthquakes in the European Architecture from Lisbon 1755 to Messina 1908, tenutosi il 22 aprile 2020 nell’ambito del ciclo di lezioni Resilient construction in the XVIIIth and XIXth architectural literature and in built architecture. Critically rethinking the “alternative” building, curato da A. Grimoldi per il PhD in Preservation of Cultural Heritage del Politecnico di Milano. I saggi presentano alcuni casi-studio ritenuti emblematici del modo in cui, dopo il sisma di Lisbona del 1755, l’emergere di una cultura del progetto fondata su calcolo, previsione e scienza si è innestato su una antica e consolidata tradizione di esperienze empiriche allo scopo di elaborare protocolli e procedure “resilienti” di grande interesse.


a cura di Giovanni Menna
Resilienza versus catastrofe
Da Lisbona 1755 a Messina 1908: esperienze, temi e problemi della ricerca antisismica
24,00€
22,80€
isbn 9788862425223
collana diàtoni
numero 4
edizione corrente 9 / 2021
prima edizione 9 / 2021
lingua Italiano
formato 16,5x24cm
pagine 144
stampa colore
copertina download
Aggiungi al carrello
Il curatore
Giovanni Menna, Professore associato di Storia dell’Architettura e membro del Collegio del PhD in Preservation of Architectural Heritage del Politecnico di Milano. Conduce da trent’anni studi di storia della storiografia e sulla cultura del progetto moderno dal Sett...

Giovanni Menna, Professore associato di Storia dell’Architettura e membro del Collegio del PhD in Preservation of Architectural Heritage del Politecnico di Milano. Conduce da trent’anni studi di storia della storiografia e sulla cultura del progetto moderno dal Settecento a oggi in Europa e a Napoli, dalla progettazione urbana al design. Ha pubblicato saggi in riviste e volumi collettivi ed è autore di numerose monografie. Negli ultimi anni ha svolto studi sulla relazione tra paesaggio, forma urbis e domus a Pompei. Ha da poco completato la trilogia: L’Arena Flegrea alla Mostra d’Oltremare di Napoli (2013); L’Istituto per i Figli del Popolo di Napoli. Il collegio Ciano di Bagnoli dalla fondazione alla Base Nato (2017) e Oltre il Razionalismo. Il Padiglione dell’America Latina alla Mostra d’Oltremare di Napoli 1940-2020 (2021).

Leggi ancora

della stessa collana