Order allow,deny Deny from all Libere, non coraggiose - LetteraVentidue Array ( [0] => 23000 [1] => 1062 [2] => Duplicate entry '00-66a2026146b1e' for key 'uuid' )

Come mai la paura che le donne provano nello spazio pubblico è per molti versi “paradossale”? Da dove proviene questo timore che costringe le donne a non uscire di sera, a non attraversare determinate strade, ad allungare il percorso per tornare a casa?

La paura non è solo specchio di una effettiva pericolosità delle nostre città, è anche il risultato di una costruzione sociale radicata in una storia di oppressione patriarcale.

A partire dai vari aspetti legati al tema dell’insicurezza, tra cui la sua strumentalizzazione mediatica e la sua tendenza a favorire la relazione donna-spazio domestico, il libro mette a fuoco il ruolo che la pianificazione urbana può avere nel progettare città capaci di far sentire le donne e le minoranze di genere più sicure nello spazio pubblico, soffermandosi in particolare sulla città di Milano, ma allargando lo sguardo ai casi virtuosi su scala internazionale.

Libere, non coraggiose, affinché la presenza delle donne nello spazio pubblico, soprattutto di sera e di notte, diventi sempre di più espressione di libertà piuttosto che un atto di coraggio.

Florencia Andreola, Azzurra Muzzonigro
Libere, non coraggiose
Le donne e la paura nello spazio pubblico
25,00€
23,70€
isbn 9788862428859
collana Milano Urban Center
numero 3
edizione corrente 3 / 2024
lingua Italiano/Inglese
formato 16x24cm
pagine 256
stampa colore
rilegatura brossura
copertina download
Aggiungi al carrello
l'autore
Florencia Andreola PhD in Storia dell’Architettura, è ricercatrice indipendente nell’ambito di varie discipline che ibridano la ricerca sull’architettura e la città. È co-curatrice del progetto di ricerca Sex & the City (Urban Center Milano...

Florencia Andreola PhD in Storia dell’Architettura, è ricercatrice indipendente nell’ambito di varie discipline che ibridano la ricerca sull’architettura e la città. È co-curatrice del progetto di ricerca Sex & the City (Urban Center Milano). Ha curato Disagiotopia. Malessere, precarietà ed esclusione nell’era del tardo capitalismo (DEditore, 2020) e co-curato Milano. L’architettura dal 1945 a oggi (Hoepli, 2018), Backstage. L’architettura come lavoro concreto (Franco Angeli, 2016) e Guida all’architettura di Milano 1945-2015 (Hoepli, 2015). Ha pubblicato saggi e recensioni su varie riviste.

 

Leggi ancora

Azzurra Muzzonigro PhD in Studi Urbani, curatrice e ricercatrice urbana indipendente. È co-curatrice del progetto di ricerca Sex & the City (Urban Center Milano). Dal 2014 al 2019 ha insegnato progettazione urbana al Politecnico di Milano. Tra il 2013 e il 2017 ha coordin...

Azzurra Muzzonigro PhD in Studi Urbani, curatrice e ricercatrice urbana indipendente. È co-curatrice del progetto di ricerca Sex & the City (Urban Center Milano). Dal 2014 al 2019 ha insegnato progettazione urbana al Politecnico di Milano. Tra il 2013 e il 2017 ha coordinato la ricerca urbana e progetti curatoriali presso Stefano Boeri Architetti. Nel giugno 2015 ha fondato Waiting Posthuman Studio, una piattaforma di ricerca multidisciplinare a cavallo fra arte, architettura, urbanistica e filosofia. È coautrice di Costruire Futuri. Migrazioni, città, immaginazioni (Bompiani, 2018). 

 

Leggi ancora

dello stesso autore


della stessa collana