La maglia periurbana dilatata e prossima alla campagna risulta spesso soggetta a logiche di frammentazione, laddove invece il rafforzamento delle dinamiche di “prossimità” dovrebbe scongiurare fenomeni di marginalità e il proliferare di ambiti residuali.

Ciò che il volume discute sono i presupposti di un’azione progettuale legata allo spazio aperto e alla presenza di corsi d’acqua, spesso sottovalutati nelle loro potenzialità di riconfigurazione spaziale e ambientale. 

Considerato nella duplice veste di paesaggio ma anche di “interno periurbano”, lo spazio aperto diventa terreno fertile per sperimentare strategie di rigenerazione legate alla ricucitura dei tessuti di relazione – da attuarsi anche attraverso le linee d’acqua – e alla riconfigurazione della loro “misura”: la ricerca di una possibile condizione di “internità”, declinabile in termini periurbani, si pone tra le azioni imprescindibili per costruire prospettive progettuali anti-fragili.

Lavinia Dondi
Transizioni abitabili tra urbano e rurale
Spazi aperti e linee d'acqua come elementi progettuali strategici
18,00€
17,10€
isbn 9788862427401
book series Alleli | Research
number 121
current edition 9 / 2022
first edition 9 / 2022
language Italian
size 14,8x21cm
pages 176
print color
binding paperback
copertina download
presskit download
the author
Lavinia Dondi, Architetto (2010) e PhD (2015), è assegnista di ricerca dal 2017 e docente a contratto dal 2016 presso il Politecnico di Milano, dove insegna Progettazione dell’Architettura degli Interni. Dal 2019 al 2021 ha fatto parte del gruppo di ricerca Fragili...

Lavinia Dondi, Architetto (2010) e PhD (2015), è assegnista di ricerca dal 2017 e docente a contratto dal 2016 presso il Politecnico di Milano, dove insegna Progettazione dell’Architettura degli Interni. Dal 2019 al 2021 ha fatto parte del gruppo di ricerca Fragilità Territoriali presso il Dipartimento di Architettura e Studi Urbani, finanziato nell’ambito dell’iniziativa Dipartimenti di Eccellenza. Ha partecipato a progetti di ricerca finanziati dal ministero, dall’università e da fondazioni private, occupandosi di rigenerazione e trasformazione del paesaggio urbano o periurbano con un’attenzione ai processi di riconnessione sia tra compagini disomogenee – da attuarsi attraverso lo spazio aperto – sia tra dimensione urbana e interno architettonico.

Read more

from the same book series